Storie di uomini straordinari - Nikola Tesla

Mistero e curiosita' intorno al progetto H.A.A.R.P.


Nell'evoluzione tecnologica militare degli Stati Uniti da qualche anno e' comparso il progetto HAARP (High Frequency Active Auroral Research Project). Il Pentagono ci sta facendo credere che si tratti di un innocuo esperimento, mentre ci troviamo di fronte ad un'arma che agisce sulla ionosfera con probabili sviluppi indescrivibili per gli esseri viventi.
Nel 1987 il consulente dell'Atlantic Richfield Corporation (ARCO), il fisico Bernard J. Eastlund, applico' tutte le sue risorse intellettive per riprendere il brevetto di Nikola Tesla della Wardenclyffe. Il nuovo sistema e' stato denominato: "Metodo ed apparecchiatura per l'alterazione di una regione dell'atmosfera, ionosfera e/o magnetosfera terrestre". In verita' il metodo doveva servire ad Eastlund per scoprire vasti giacimenti di gas naturali che la compagnia petrolifera ARCO stava cercando in Alaska.
Quando gli studi avevano raggiunto un certo successo, intervenne il fisico nucleare Edward Teller (uno dei piu' accaniti scienziati USA, che si e' dedicato alla costruzione della bomba atomica e soprattutto di quella all'idrogeno), che fece nascere nuove iniziative segrete, atte a portare avanti il sistema militare di "Guerra Stellare". In breve tempo l'Alaska si e' trasformata nell'ultima frontiera di ricerca militare.



L'installazione principale del Progetto HAARP si trova in Alaska, a Gakona, 150 miglia circa a nord-est di Anchorage. La scelta di questo sito e' stata fatta per tre motivi fondamentali:
- La sua vicinanza al Polo e quindi alla zona di concentrazione delle linee magnetiche del nostro pianeta.
- La presenza di notevolissime fonti energetiche naturali nel sottosuolo.
- La sua distanza dai centri urbani.

Il programma HAARP ha portato alla costruzione di un sistema di 360 antenne, alte 23 metri, capaci di trasmettere, con l'obiettivo di migliorare le comunicazioni militari, un "raggio" d'energia ad alta frequenza nella ionosfera. La ionosfera e' quella parte di regione atmosferica che inizia sui 50 Km d'altitudine e termina intorno agli 800 Km. Secondo le indiscrezioni piu' recenti, quest'arma sarebbe capace di interferire con estese zone dell' atmosfera e quindi, secondo la logica militare, abbattere missili ed aerei e qualche cosa d'altro.
Esistono oltre 400 brevetti collegati al progetto HAARP e la maggioranza di questi sono progetti offensivi o per meglio dire sono armi offensive. Rimane sempre la logica che sfrutta il sistema d'irraggiamento a fascio d'energia, diretto dalla terra verso lo spazio. Si puo' veicolare l'alta frequenza energetica in una zona dove e' stata istallata un'antenna ricevente, ma si puo' irradiare, oltre che nelle zone militari, anche in centri urbani. Naturalmente non e' sfuggito agli alti comandi militari l'utilizzo di una simile tecnologia per abbattere oggetti volanti d'origine extraterrestre, se cio' fosse naturalmente possibile.
Pure gli scienziati sovietici si sono dedicati ad una simile ricerca per oltre 25 anni, sino a quando il cambio politico e lo smembramento dell'URSS hanno determinato un fortissimo indebolimento economico, con conseguente privazione dei necessari sostegni finanziari agli istituti d'investigazione.
Oltre alla sede di Gakona, ci sono altre installazioni simili, dislocate in varie parti del pianeta. La prima si puo' localizzare in Arecibo (Porto Rico), la seconda a Fairbanks in Alaska, la terza a Tromso (Norvegia), poi a Pine Bush in Australia ed infine a Steeplebush in Inghilterra. Sicuramente si stanno costruendo altre installazioni del genere nell'emisfero meridionale del pianeta.
Si e' saputo che nell'impianto pilota di Gakona si e' in grado di irradiare 1.700.000.000 di Watt in atmosfera. Questo e' effettivamente lo sviluppo negativo dell'invenzione di Tesla. Egli odiava la guerra e, a tal proposito, dichiaro': "Non si puo' abolire la guerra mettendola fuori legge. Non vi si puo' porre fine disarmando i forti. Ma si puo' fermarla rendendo tutti i paesi in grado di difendersi. Ho appena scoperto una nuova arma di difesa che, se verra' adottata, trasformera' completamente i rapporti tra le nazioni. Le rendera' tutte, grandi e piccole che siano, invulnerabili a qualsiasi attacco proveniente dalla terra, dal mare o dall'aria. Bisognera', in primo luogo, costruire una grande officina per fabbricare quest'arma, ma quando sara' completata, sara' possibile distruggere uomini e macchine in un raggio di 320 Km."



Nel 1934 Tesla descrisse in un articolo un'apparecchiatura simile al laser, affermando: " Questo strumento proietta particelle che possono essere relativamente grandi o microscopiche, che permettono di trasmettere a gran distanza un'energia milioni di volte piu' forte di quella ottenibile con qualsiasi altro raggio. Cosi' una corrente piu' sottile di un filo puo' trasmettere migliaia di cavalli vapore. E nulla le puo' resistere."
A causa delle sue dichiarazioni, corse voce che Tesla avesse inventato un "raggio della morte". Egli immediatamente replico': "L'invenzione di cui ho parlato, a diverse riprese, non ha niente a che vedere con cio' che comunemente viene definito 'raggio della morte'."
Queste probabilmente potranno sembrare a molti lettori semplicemente delle teorie cosiddette 'complottistiche' ma suggerisco a tutti di rifletterci su. Un fondo di verita' risulta sempre



"L'uomo potrebbe modificare la massa di questo pianeta, controllare le stagioni, modificare la sua distanza dal sole, guidarlo sul suo viaggio eterno lungo ogni percorso che decida di scegliere, attraverso la profondita' dell'universo"



| precedente | - | 1 | - | 2 | - | 3 | - | 4 | - | 5 | - | attuale | -