Storie di uomini straordinari - Nikola Tesla

Aneddoto #2


Nel 1899, il fisico di origine serba Nikola Tesla costrui' nei pressi di Colorado Springs, un'antenna record per l'epoca: era alta 60 metri ed era sormontata da un emisfero metallico.
Scopo: Inviare onde elettriche, sotto forma di impusli a cadenza costante, in un qualsivoglia punto del pianeta.
L'esperimento riusci' ... in parte: "Molti testimoni dissero che, per effetto del segnale inviato dalla torre, numerose lampadine si accesero a 40 km di distanza" . Secondo alcune fonti, un secondo esperimento ebbe effetti ancora piu' spettacolari: gli abitanti della zona vedevano partire scintille dalle suole delle scarpe verso il suolo.
Tesla riusci' ad ottenere un finanziamento dal banchiere J.P. Morgan, azionista della General Electric, e nel giro di 3 anni completo' una torre a Long Island, New Yrok.



Tesla sostenne la possibilita' di ottenere energia solo con un conduttore elettrico connesso al terreno e un trasformatore. I problemi potevano sorgere se il campo elettromagnetico fosse stato concentrato in un punto: si sarebbe originato un "Raggio della morte" con effetti devastanti.
Forse per questo o per non compromettere una rete di trasmissione via cavo che faceva parte della sua fortuna, a questo punto J.P. Morgan si ritiro' dal suo ruolo di finanziatore. Fu l'inizio del declino di Tesla.





"Lasciamo che il futuro dica la verita', e giudichiamo ciascuno secondo le proprie opere e obiettivi"


| precedente | - | 1 | - | 2 | - | 3 | - | 4 | - | attuale | - | 6 | - | successivo |