Storie di uomini straordinari - Nikola Tesla

La vita del genio


E' uno dei piu' grandi geni di sempre. Sembra pero' che la storia lo abbia dimenticato, come se le sue scoperte non siano state e non continuano ad essere fondamentali per la nostra vita. Tesla era un genio assoluto, diverso da tutti gli altri. Lui era avanti rispetto agli altri, forse troppo avanti!
La poche persone che lo conoscono sanno del suo rivoluzionario lavoro e i suoi numerosi contributi nel campo dell'elettromagnetismo tra la fine dell'Ottocento e gli inizi del Novecento.
I suoi brevetti e il suo lavoro teorico formano la base del moderno sistema elettrico a corrente alternata (AC), compresa la distribuzione elettrica polifase e i motori a corrente alternata, con i quali ha contribuito alla nascita della seconda rivoluzione industriale. Ma forse e' meglio cominciare dall'inizio la sua storia ...

Tesla nasce il 10 luglio dell'anno 1856 da genitori serbi sotto l'impero austriaco nell'odierna Croazia. Tesla aveva un fratello e tre sorelle.
Studia ingegneria elettrica all'universita' di Graz. Durante gli studi si interessa agli impieghi della corrente alternata. Frequenta fino al primo semestre del terzo anno, non raggiungendo quindi il conseguimento della laurea. Segue poi i corsi dell'Universita' di Praga per un'estate, studiando fisica e matematica avanzata. Si dedica alla lettura di molti lavori, imparando a memoria interi libri grazie alla sua memoria prodigiosa. Nei primi anni di vita egli era spesso malato. Soffriva di una malattia per cui gli apparivano davanti agli occhi lampi luminosi accecanti, sovente accompagnati da allucinazioni. Molte di queste visioni erano connesse a parole o idee che aveva in mente. Simili sintomi si ritrovano in quella che oggi si chiama sinestesia. Era alto 2 metri.

Nel 1881 si sposta a Budapest per lavorare in una compagnia dei telegrafi. Tesla diviene il responsabile elettrico dell'azienda ed in seguito lavora come ingegnere per il primo sistema telefonico ungherese. In quegli anni realizza anche un dispositivo che, secondo alcuni, era un ripetitore o amplificatore telefonico, secondo altri invece potrebbe essere stato il primo altoparlante.
Nel 1882 arriva a Parigi per lavorare come ingegnere alla Continental Edison Company, progettando migliorie agli apparati elettrici. Nello stesso anno Tesla afferma, nella sua autobiografia del 1915, di aver concepito l'idea del motore a induzione iniziando a sviluppare diversi dispositivi capaci di utilizzare il campo magnetico rotante, per i quali ottiene brevetti nel 1888.

Nel 1884, al suo arrivo negli Stati Uniti, Tesla aveva in mano poco altro che una lettera credenziale di Charles Batchelor, suo superiore nella precedente occupazione. In questa lettera, indirizzata a Thomas Edison, Batchelor scriveva "Conosco due grandi uomini, uno siete voi, l'altro e' questo giovane". Edison assume Tesla nella sua azienda Edison Machine Works. I compiti di Tesla sono dapprima semplici ma rapidamente si occupa anche dei problemi piu' complessi all'interno dell'azienda; gli viene quindi proposto di riprogettare l'esistente generatore di corrente continua.
Nel 1919, Tesla scrive che Edison gli ha offerto, per quel compito, l'esorbitante premio di cinquantamila dollari . Tesla dice di aver lavorato quasi un anno per riprogettare il motore e il generatore. Il suo lavoro ha portato all'azienda di Edison diversi brevetti estremamente redditizi. Quando Tesla chiede del premio, Edison risponde: "Tesla, lei non capisce il nostro senso dell'umorismo americano", e rifiuta di mantenere la promessa. Tesla si dimette quando gli e' stato anche rifiutato un aumento di stipendio, da 18 dollari a settimana a 25 dollari.


Alla fine degli anni 1880, Tesla ed Edison divennero avversari, in parte a causa della promozione da parte di Edison della corrente continua (DC) per la distribuzione dell'energia elettrica contro la piu' efficiente corrente alternata tanto voluta da Tesla e Westinghouse. A causa della cosiddetta "guerra delle correnti", Edison e Westinghouse fecero quasi bancarotta, percio', nel 1897, Tesla scioglie Westinghouse dal contratto, causandogli una perdita vera e propria dei diritti d'autore sul suo brevetto. Giunto all'eta' di quarantuno anni, Tesla registra il primo brevetto di base della radio.

Nel 1899 Tesla decide di trasferirsi per portare avanti le sue ricerche a Colorado Springs, nel Colorado, dove avrebbe avuto molto spazio per i suoi esperimenti sulle alte tensioni e le alte frequenze. Fin dal suo arrivo, egli spiega ai giornalisti che sta conducendo degli esperimenti sulla telegrafia senza fili. All'interno del suo laboratorio, Tesla prova che la terra e' un buon conduttore, e produce dei fulmini artificiali.
Tesla lascia Colorado Springs il 7 gennaio del 1900: il suo laboratorio viene demolito e le sue apparecchiature vendute per pagare i debiti. Gli esperimenti compiuti in Colorado preparano Tesla per il suo progetto successivo, la costruzione di un'infrastruttura per la trasmissione di potenza senza fili, che e' meglio nota come Wardenclyffe Tower.

Tesla muore per un attacco cardiaco, solo, nel New Yorker Hotel, tra il 5 e l'8 gennaio del 1943, all'eta' di 86 anni. Nonostante ha venduto i suoi brevetti sulla corrente alternata, egli e' praticamente nullatenente e lascia consistenti debiti. In seguito, nello stesso anno, la Corte Suprema degli Stati Uniti impugna il suo brevetto numero 645576, riconoscendo lo scienziato come l'inventore della radio.

Tesla ha contribuito allo sviluppo di diversi settori delle scienze applicate. I suoi ammiratori contemporanei arrivano al punto da definirlo "l'uomo che invento' il Ventesimo secolo" e "il santo patrono della moderna elettricita'".

Bobina di Tesla in azione



"Mi chiamarono pazzo nel 1896 quando annunciai la scoperta di raggi cosmici. Ripetutamente si presero gioco di me e poi, anni dopo, hanno visto che avevo ragione. Ora presumo che la storia si ripetera' quando affermo che ho scoperto una fonte di energia finora sconosciuta, un' energia senza limiti, che puo' essere incanalata"



| 2 | - | 3 | - | 4 | - | 5 | - | 6 | - | attuale | - | successivo |